SCENDERE IN CAMPO LA DOMENICA MA CON IL FISCHIETTO


Poco conosciuta e da troppi disprezzata, l`attività di arbitro di calcio è invece una vera palestra di vita dove si cresce umanamente e professionalmente.
RSS
13/02/2014 -

Quando guardiamo  una partita di calcio, sia alla tv che allo stadio, c'è una persona in campo la cui presenza è fondamentale. 

Non è né l'attaccante-bomber, né il portiere-saracinesca, né altri giocatori perché loro, bene o male, hanno un sostituto che in qualunque momento della gara può subentrare a loro. 
Chi, invece, è indispensabile è lui, l'arbitro. Senza, infatti, la gara non potrebbe neanche iniziare e il suo compito è alla base del calcio: far rispettare le regole. 
Non è una figura di secondo piano, dunque, sul rettangolo di gioco. Anzi, in lui "si fa persona" il regolamento. Detta così può sembrare quasi un'elevazione divina degli arbitri, ma in realtà sono persone come tutti: escono la sera con gli amici, scherzano, alcuni vanno a scuola.
Gi, perché per diventare direttori di gara si può iniziare anche a 15 anni. Si potrebbe dire "prima si inizia e più lontano si arriva, ma importantissimo e fondamentale è anche l'impegno che ci si mette durante le partite. 
E non bisogna assolutamente vedere l'arbitro come una persona sola, perché la Sezione, ossia il "quartier generale" dei direttori di gara, è formata da molti altri, che si scambiano consigli e opinioni, in modo da crescere sia professionalmente che umanamente. 
Ti fai nuovi amici e l'esperienza è a dir poco unica. Soprattutto se si fa parte di un gruppo coeso, come  il caso della Sezione di Cervignano del Friuli, in provincia di Udine, della quale fa parte addirittura un arbitro chiamato a dirigere partite di Serie A e B, Renzo Candussio!
Qui arbitrare è, oltre a un modo per guadagnare qualche soldino in più, anche un divertimento, come è giusto che sia. Per cui, se siete interessati a questo importantissimo ruolo (ah, la tessera arbitrale vi permette inoltre di entrare in tutti gli stadi italiani gratis!), potete mandare una mail a cervignano@aia-figc.it o consultare il sito ufficiale dell'Associazione italiana arbitri per maggiori informazioni e conoscere la Sezione più vicina a voi. 
Vedrete, se sceglierete questa via, troverete un vera palestra di vita e non ve ne pentirete. Provare per credere. 

Timothy Dissegna

Le nostre Esclusive

notizie calcio
Lea Di Leo si confessa: tra sesso, ricatti e calciatori coinvolti
di Luca Bonaccorso, Sabato 20 Aprile 2013
Anastasi: «Juventus nettamente favorita contro il Torino»
di Salvino Cavallaro, Venerdì 19 Aprile 2013
Massimo Caputi: «Ecco la mia top 11»
di Luca Bonaccorso, Lunedì 24 Dicembre 2012
ESCLUSIVA ILCALCIO24 - Juventus, Inter e Campionato visti da Anastasi e Mazzola
di Salvino Cavallaro, Sabato 03 Novembre 2012